. QUALIFICA DI TECNICO DEL RESTAURO BENI CULTURALI PER DIECI ALLIEVI A ROVIGO

Hanno seguito il percorso formativo Fondo Sociale Europeo sviluppato in tre anni e 2700 ore di lezione

Sono stati consegnati ieri (14 febbraio) gli attestati di qualifica “Tecnico del Restauro di Beni Culturali”, al termine del percorso formativo Fondo Sociale Europeo finanziato dalla Regione Veneto, sviluppatosi con tre anni e 2700 ore di formazione, come definito dagli standard professionali della normativa vigente. La cerimonia si è svolta presso l’Accademia dei Concordi di Rovigo, presenti i dieci allievi che hanno partecipato alla formazione: Chiara Biasiolo, Patrizia Boscolo, Daniela Casazza, Maria Cordisco, Francesca Lugas, Stefano Formai, Yanù Guolo, Silvia Passarella, Federica Previato, Rossella.

Il corso organizzato da Ecipa S.c.a r.l. e CNA di Rovigo ha puntato a sviluppare nei partecipanti le competenze del complesso settore del restauro, rafforzando in molti casi una precedente preparazione universitaria in ambito storico/artistico, affrontando i molteplici approcci e tecniche di intervento declinate sui diversi tipi di materiali (ligneo, lapideo, affresco, olio su tela) e contesti storico/architettonico.

La collaborazione attivata con i partner istituzionali del progetto l’Accademia dei Concordi di Rovigo, Museo dei Grandi Fiumi di Rovigo, Sistema Museale Provinciale della Provincia di Rovigo, Uff. Beni Culturali della Diocesi di Adria e Rovigo, l’Ordine degli Architetti di Rovigo ed Comune di Ferrara Servizio Musei d’Arte Antica, Edilcassa Veneto ha permesso in questi anni di valorizzare la formazione anche in contesti di molteplici laboratori didattici esperenziali allestiti con lo scopo di diversificare l’impiego di tecniche di intervento su diverse beni. In molti casi, il recupero di tali opere, avvenuto con la supervisione del restauratore Prof. Fabio Bevilacqua, è stato valorizzato dall’allestimento di mostre e convegni, come la dott.ssa Lo Presti del Comune di Ferrara ci ha ricordato citando la recente inaugurazione della mostra “Dipingere gli Affetti. La pittura sacra a Ferrara tra Cinque e Settecento” presso il Castello Estense di Ferrara.

nelle due foto sopra attività di laboratorio didattico

Importante per il perfezionamento delle abilità manuali le fasi di stage effettuate in cantieri di restauro: Ponte di Rialto e Le Procuratorie Vecchie di San Marco a Venezia, affresco del Bononi di Santa Maria in Vado di Ferrara, l’arte musiva dei mosaici ravennati e di Aquileia, la Chiesa di San Bartolomeo Apostolo di Rovigo, la Basilica Arcipretale di Polesella (Ro), Porta Paola e la Sinagoga di Ferrara, la Vetreria d’Arte Antica Tomanin di San Bellino (Ro).

Gli interventi dei neo Tecnici del Restauro Dott.ssa Daniela Casazza ed Ing. Stefano Formai, nell’esprimere soddisfazione per il percorso intrapreso e l’obiettivo professionale raggiunto hanno rafforzato la scelta strategica intrapresa da Ecipa scrl e Cna Rovigo di puntare sulla formazione di questa professionalità che si ritiene essenziale nel qualificare le imprese che operano in questo specifico comparto a tutela del patrimonio artistico culturale del nostro Paese.