. LA CNA VENETO AL MINISTRO PADOAN: “ABOLISCA LO SPLIT PAYMENT”

In sette mesi sottratti oltre 2.553 milioni di liquidità vitale per le imprese.

“Ministro Padoan, se, come ha annunciato, la Legge di Stabilità permetterà di abbassare le tasse sulle imprese e sul lavoro, le chiediamo di inserire in questa manovra l’abolizione, al più presto, dello Split Payment”.

L’appello al Ministro dell’economia lo lancia Alessandro Conte, Presidente della CNA del Veneto, che ritiene possa essere questa l’occasione giusta per eliminare questo strumento così devastante per le imprese.

Lo Split Payment, infatti, sta funzionando alla perfezione. Purtroppo. Lo confermano i dati diffusi dal Mef sulle entrate tributarie erariali nei primi sette mesi dell’anno. Tra gennaio e luglio le entrate Iva derivanti dallo Split Payment hanno permesso una crescita delle entrate Iva di 1.450 milioni.

“Le casse dell’erario si riempiono ma quelle delle aziende sono sempre più vuote - commenta Alessandro Conte - perché la PA paga ancora in ritardo, i crediti IVA quasi ce li dimentichiamo e ora ci hanno tolto anche questa partita di giro e non possiamo più effettuare compensazioni tra Iva a credito e a debito. Una situazione che rende ancora più difficile la vita delle aziende permanendo la stretta creditizia”.